#Emmanuel, ovvero il tabú del razzismo a 5 Stelle

acasaloro

Da diversi giorni, su tutti i giornali italiani, l’argomento principale è la morte di Emmanuel Chidi Namdi, rifugiato nigeriano di 36 anni, deceduto a seguito di un pugno ricevuto da Amedeo Mancini ultrà della Fermana. Anche sui social media la notizia ha avuto un fortissimo risalto, inondando le nostre bacheche di Facebook e Twitter del solito mix di post strappalacrime, analisi sociologiche, giustificazionisti, attacchi al governo e all’invasione di immigrati.

In tutto questo risulta difficile credere che in un partito attento alla comunicazione come il Movimento 5 Stelle, nessuno dei “Social Leader” abbia trovato il tempo di dedicare almeno un tweet all’argomento. Andando a scorrere nella bacheca Facebook di Di Battista, troviamo solo una lunga serie di post dedicati al MontePaschi e allo scandalo che coinvolge il fratello di Alfano. Di Maio invece ci aggiorna sul suo tour di Israele e Palestina, alternando in perfetta par condicio un post filo-israeliano e uno filo-palestinese. Carlo Sibilia trova il tempo di scrivere un post confuso sulle stragi razziali in USA, in cui riesce a schierarsi sia con la polizia che con i neri, e ci inserisce un breve cenno alla morte di Emmanuel e alla strage di Dacca. Nel mezzo Tze-Tze, l’aggregatore di notizie della Casaleggio Associati, decide comunque di fare un po’ di click-baiting per raccogliere fondi per Rousseau.

L’unica eccezione a questo muro di gomma è Roberto Fico, che dopo quasi 4 giorni di silenzio decide di postare una riflessione il piú “politically correct” possibile per prendere le distanze dalle dichiarazioni di Salvini e Gasparri sulla vicenda. E facendo una rapida selezione dei commenti si capisce subito il motivo di tanta reticenza da parte dei parlamentari pentastellati nel trattare la vicenda.

Fico

E’ bastato un post (raramente) di buon senso a tirar fuori il peggio dell’elettorato grillino, che dal 2013 ad oggi ha completamente spostato il suo baricentro a destra come dimostrano i recenti exploit nei ballottaggi. Le posizioni dure sull’immigrazione portano voti, questo Grillo lo sa bene, e non vale la pena perderli per difendere la memoria di un nigeriano permaloso che aggredisce un povero italiano solo per un banale sfottò da stadio.

Per carità, siamo in democrazia e ciascun partito è libero di portare avanti le sue posizioni in tema di immigrazione. Sarebbe però un segno di grande “onestà” da parte del Movimento prendere pubblicamente una decisione in tal senso, anziché continuare a nascondersi fra gli ignavi per rastrellare i voti sia degli “assistenzialisti” sia degli “aiutiamoliacasaloristi”. Un anno fa Vittorio Bertola aveva osato prendere una posizione sull’immigrazione sul blog di Grillo, abbracciando quasi completamente le posizioni di Salvini. A seguito dei commenti indignati della “componente di sinistra” del Movimento, Grillo aveva preso le distanze dal post definendola una “riflessione personale”, e Bertola, diventato di colpo impresentabile,  è stato fatto fuori dalla giunta Appendino nonostante fosse il capogruppo 5 Stelle in comune a Torino.

L’unica posizione ufficiale del movimento rimane quella dell’assurdo banner in testa alla pagina “Aiutiamoli a casa loro (ma senza essere razzisti)”. Con il marchio “5 Stelle Europa”, simbolo dell’alleanza  con Farage e i neonazisti Polacchi. Una rielaborazione in chiave 2.0 della celebre “Io non sono razzista ma…”.

P.S.

In molti mi hanno fatto notare che il post da cui è tratto il banner in realtà usa lo slogan per mettere in risalto l’ipocrisia dei politici. Ironicamente peró riassume alla perfezione anche l’ipocrisia delle proposte del M5S in ambito di immigrazione  “per fermare gli sbarchi illegali, ma soprattutto per salvare tutti: gli italiani, troppo spesso dimenticati, e i rifugiati, costretti a fuggire dalle loro terre di origine per arrivare in un Paese oramai allo stremo“.

Annunci

4 thoughts on “#Emmanuel, ovvero il tabú del razzismo a 5 Stelle

  1. Ebbene, io mi chiedo, e chiedo a Voi, che siete gli “esperti”: che il m5s cerchi di attrarre voti da destra e da sinistra, -e di conseguenza presenti macroscopiche ambiguità, oscillazioni e contraddizioni- è chiaro: ma i suoi simpatizzanti di “sinistra”, -o “progressisti” o “liberal” (visto che “destra” e “sinistra” sono ormai categorie obsolete)- non hanno capito che questo movimento ha una natura reazionaria e illiberale, oltre che populista oscurantista??? E se sì che aspettano ad abbandonarlo? certo non è che vi siano delle alternative molto valide, ma per me leghisti e grillini sono il peggio del peggio!!

    Mi piace

  2. I post che davano contro a Fico erano ben piú di quei 4 che ho messo nello screenshot. É vero che altrettanti gli davano ragione ma questo non fa che confermare l’ambiguitá delle posizioni dei 5 stelle. Trovami un post di Renzi dove un elettore PD lo accusa di essere troppo buono con gli immigrati, o un post di Salvini in cui un leghista lo accusa di essere razzista… schierarsi fa perdere voti e il M5S non lo fa di proposito. Guarda i tempi di reazione di Dibba nello scrivere un post sulla tragedia di Andria e confrontalo con i tempi necessari per scrivere qualcosa su Emmanuel e avrai la tua risposta.

    Mi piace

  3. Sarebbe stato bello se aveste messo anche i tantissimi post che davano ragione a Fico invece di mettere solo quei 4 post che servivano a portare avanti la vostra tesi. Ma va be’, i grillini in Italia si dividono in due categorie: i grillini e gli antigrillini.

    Mi piace

  4. beh, quello che è successo a seguito del post di Fico è emblematico è segna una cosa chiara. il M5S ha un elettorato di destra, o per lo meno è quello che si sente più in dovere di influenzare – come base – le scelte stesse del movimento

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...